Non ricordi
la tua password?
USER PASSWORD Ricordami INVIA Registrati
  • banner2
  • banner3
news ricette sport benessere
 Trova il tuo Sport
Quanti sport conosci? E di quanti avresti sempre voluto conoscere le regole, le curiosità e il regime alimentare più corretto per praticarli? Leggi qui tutte le interviste ai medici specialisti del Comitato Scientifico.
 
ALTRI SPORT
 

Corsa su ciaspole

Il Freeride

L'Orienteering

Lo Shiatsu

La Pallapugno

La Back School

Il Wakeboard

La Ginnastica Artistica

Lo Stretching

Antigravity Yoga

Lo Squash

Il Taekwondo

Il Dodgeball

Triathleta e mamma

L'Arrampicata

La Zumba Fitness

La Maratona

Mountain Bike

Il Softball

Hockey su ghiaccio

Short Track

Il Curling

Il CrossFit

Indoor Cycling e metodo MAC ITALIA®

Il Nordic Walking

Il Kitesurf

Il Frisbee

Il Green Volley

Il Beach Tennis

Il Tai Chi

Il Triathlon

Lo Sci alpino

Le Ciaspole

Il Pilates

Il Golf

Surf e Windsurf

La Vela

Il Parkour

L'allenamento della forza e il potenziamento muscolare (2^ parte)

L'allenamento della forza e il potenziamento muscolare (1^ parte)

Il Canottaggio

Il Rugby

Il Pattinaggio

Lo Snowboard

Lo Sci di fondo

La Pallavolo

La Pallacanestro

L'Acquagym

Le Bocce

Il Calcio

Il Nuoto

Il Tennis

La Bicicletta

 
 
  Il Pilates

Chi lo pratica dice che:
"Stare bene con se stessi….ecco quello che mi ha regalato la pratica del Pilates. E’ una splendida disciplina che si adatta anche alle persone obese o in sovrappeso perchè prevede esercizi di base semplici ed efficaci. Ogni esercizio si esegue in modo lento, controllato perché si preferisce la qualità alla quantità. Il Pilates è uno sport adatto a chi vuole sviluppare la propria forza in modo armonioso, migliorare la postura, aumentare allo stesso tempo la flessibilità e la coordinazione di tutto il corpo. Io mio sono innamorata perdutamente di questa disciplina, perché non provate anche voi?"
Cristina Tintoretti
Blogger e insegnante di pilates
pilatescri.myblog.it
Intervista al medico dello sport Michelangelo Giampietro

«Un ottimo stato fisico è il primo requisito per essere felici»
(J. H. Pilates)

Da qualche tempo, il pilates fa tendenza. Qual è il motivo di tutto questo successo?
Joseph H. Pilates mise a punto questa tecnica in Germania nei primi del ‘900 con lo scopo di rinforzare la sua muscolatura indebolita dalla tubercolosi. Trasferitosi a New York, diffuse il suo metodo nei campi della danza e del teatro e qualche tempo dopo cominciò ad essere famoso anche fra gli atleti, diventando egli stesso uno sportivo.
Il pilates è una tecnica di educazione corporea volta all’autocontrollo e al dominio di sé, attraverso esercizi di respirazione e mediante l’assunzione di determinate posizioni finalizzate al riequilibrio energetico del corpo.

Quali sono i principi e le caratteristiche che differenziano il pilates dalle altre discipline?
Questa tecnica si fonda sul "Contrology": il controllo cosciente e totale del corpo da parte della mente durante tutti i movimenti. I processi d’equilibrio e di postura sono incoscienti e involontari: è necessario acquisirne coscienza con un ben preciso metodo di lavoro.
I principi fondamentali del metodo sono 6:

1. CENTERING – Baricentro: definito Powerhouse (casa della forza) o Girdle of Strength (cintura di forza), è l’area compresa tra la parte finale della cassa toracica e il bacino. Il punto cardine del metodo è lo sviluppo della stabilità centrale del corpo, cioè del Core (“centro”), attraverso la percezione della Powerhouse. Pilates sosteneva che “tutto passa per il centro”: ogni movimento deve partire dal centro del corpo, dalla zona intorno all’ombelico, con un lavoro mirato sui muscoli addominali e con un coinvolgimento della muscolatura lombare e del pavimento pelvico. Il lavoro in sinergia tra questi tre gruppi muscolari è fondamentale per ottenere un baricentro forte ed equilibrato tale da mantenere sempre una postura corretta e conferire armonia ai movimenti. L’obiettivo della stabilizzazione del Core è quello di richiamare efficacemente la muscolatura del tronco, per acquisire il controllo dinamico della colonna vertebrale, durante il movimento. La muscolatura profonda del tronco non ha funzione primaria nella produzione di movimenti ma ha un'importante azione stabilizzatrice. Generare nel Core la forza necessaria all’esecuzione di ogni esercizio, risparmia sforzi eccessivi agli altri distretti corporei già troppo sollecitati (collo, spalle, muscoli dorsali profondi);
2. CONCENTRATION - La mente deve essere concentrata su ogni singolo movimento, in questo modo si libera da pensieri e problemi;
3. BREATH – Respirazione: deve essere regolare per dare fluidità al movimento con il quale deve essere correttamente coordinata. La respirazione permette il rilassamento, quindi una maggiore ampiezza dei gesti e una miglior capacità di allungamento;
4. PRECISION - Precisione: è un altro aspetto fondamentale. Ogni movimento deve essere controllato nello spazio e nel tempo. Un movimento ben eseguito è più efficace di dieci di movimenti eseguiti in modo impreciso;
5. FLOW – Fluidità: nessun movimento deve essere eseguito in modo rigido e contratto;
6. CONTROL - Controllo: attraverso la concentrazione si deve arrivare ad avere il controllo non soltanto dei muscoli interessati all’esercizio, ma della postura e della posizione di tutte le parti del corpo.

In cosa consiste quindi una lezione di pilates?
È un programma di esercizi che si concentra sui muscoli posturali, cioè quei muscoli che aiutano a tenere il corpo bilanciato e sono essenziali a fornire supporto alla colonna vertebrale. La finalità degli esercizi è quindi la tonificazione e il rinforzo di tutti i muscoli connessi al tronco: l'addome, i glutei, gli adduttori e la zona lombare. È costituito da una parte a corpo libero e una parte dotata di strumenti.
Il lavoro viene modulato individualmente sul singolo allievo, attraverso una attenta valutazione del soggetto da allenare. È un lavoro a circuito chiuso dove l'insegnante deve avere continui feedback dall'allievo.

Quali sono i benefici? Chi può praticare il pilates?
Questa disciplina può essere praticata da tutti senza controindicazioni. Ideale per coloro che desiderano potenziare e armonizzare la muscolatura, poiché è finalizzato alla tonificazione, alla correzione dei difetti posturali, alla rieducazione delle disfunzioni muscolo-scheletriche; aiuta, infine, a risolvere i problemi di tensione muscolare.

Qual è l’alimentazione ideale per chi pratica il pilates?
Nella filosofia del pilates, l’equilibrio è un principio fondamentale, anche per quanto riguarda l’alimentazione.
Un’alimentazione sana ed equilibrata deve comprendere:
• acqua in abbondanza: almeno 1,5-2 litri al giorno sono necessari per riequilibrare le perdite; se ci si allena per più di 60’ consecutivi è consigliato aggiungere all’acqua zuccheri e sali minerali, ad esempio realizzando una bevanda con: 250 ml di un succo di frutta (diet, per controllare l’apporto di zuccheri), 750 ml di acqua e un 1 g di sale da cucina;
• cereali e tuberi: pane, pasta, riso, patate, prodotti da forno (preferendo i cereali integrali) devono essere presenti in tutti i pasti della giornata. Suddividere l’alimentazione quotidiana in 3 pasti principali (colazione, pranzo e cena) più 2 spuntini consente di trovare maggior equilibrio anche nei ritmi di vita;
• frutta, verdura e ortaggi di stagione: per quanto riguarda gli alimenti ricchi di fibre, sali minerali e vitamine, scegliere la stagionalità significa vivere in equilibrio con l’ambiente che ci circonda, ma anche con il nostro organismo;
• l’olio extra vergine d’oliva è il condimento da preferire perché ha il giusto rapporto tra acidi grassi saturi, monoinsaturi e polinsaturi;
• latte, yogurt e derivati per il loro contenuto di calcio;
• pesce, carne, uova o cereali+legumi: ci deve essere equilibrio anche nelle fonti di proteine tra animali e vegetali. Consumare almeno 2 volte alla settimana un piatto unico di riso e piselli, pasta e fagioli, farro e ceci...
• essere equilibrati anche nel controllo dell’alimentazione: concedersi qualche sfizio o strappo alla regola è fondamentale per raggiungere i propri obiettivi.

«La cosa importante non è ciò che stai facendo, ma come stai eseguendo ciò che fai»
(J. H. Pilates)

news  |  ricette  |  sport  |  benessere
condizioni di utilizzo  |     |  le tue idee  |  segnala ad un amico  |  registrati  |  contattaci  |  concorsi
Testata Registrata presso il Tribunale di Bologna. Registrazione numero 8253 del 5 luglio 2012 - Direttore Responsabile: Erika Bertossi
© 2017 - Hero Italia S.p.A. - P.IVA 00226750230