Non ricordi
la tua password?
USER PASSWORD Ricordami INVIA Registrati
  • banner2
  • banner3
news ricette sport benessere
 Trova il tuo Sport
Quanti sport conosci? E di quanti avresti sempre voluto conoscere le regole, le curiosità e il regime alimentare più corretto per praticarli? Leggi qui tutte le interviste ai medici specialisti del Comitato Scientifico.
 
ALTRI SPORT
 

Corsa su ciaspole

Il Freeride

L'Orienteering

Lo Shiatsu

La Pallapugno

La Back School

Il Wakeboard

La Ginnastica Artistica

Lo Stretching

Antigravity Yoga

Lo Squash

Il Taekwondo

Il Dodgeball

Triathleta e mamma

L'Arrampicata

La Zumba Fitness

La Maratona

Mountain Bike

Il Softball

Hockey su ghiaccio

Short Track

Il Curling

Il CrossFit

Indoor Cycling e metodo MAC ITALIA®

Il Nordic Walking

Il Kitesurf

Il Frisbee

Il Green Volley

Il Beach Tennis

Il Tai Chi

Il Triathlon

Lo Sci alpino

Le Ciaspole

Il Pilates

Il Golf

Surf e Windsurf

La Vela

Il Parkour

L'allenamento della forza e il potenziamento muscolare (2^ parte)

L'allenamento della forza e il potenziamento muscolare (1^ parte)

Il Canottaggio

Il Rugby

Il Pattinaggio

Lo Snowboard

Lo Sci di fondo

La Pallavolo

La Pallacanestro

L'Acquagym

Le Bocce

Il Calcio

Il Nuoto

Il Tennis

La Bicicletta

 
 
  La Zumba Fitness

Chi lo pratica dice che:
"Intervista Sara Sbronzeri, Zumba Fitness Instructor
Che cos'è la Zumba?
Zumba(r)fitness è un programma precoreografato che utilizza movimenti presi dall'aerobica tradizionale e dai balli latini e caraibici, uniti a musiche energetiche e molto orecchiabili, per dare come risultato una disciplina semplice, divertente ed allenante, alla portata di tutti.
Quante variazioni esistono?
Esistono diversi moduli di lavoro: zumba(r)fitness è l'allenamento aerobico, cardiovascolare, che "non è una fatica ma una festa!"; aquazumba(r) è il programma di lavoro in acqua; zumba toning(r) è il programma specifico x il condizionamento muscolare, che utilizza gli sticks, piccoli pesi che "rumoreggiano" stile maracas; zumba gold(r), rivolto al popolo senior; zumbatomic(r) rivolto invece ai piu piccoli; zumba sentao(r), il programma novita' che utilizza una sedia come attrezzo di lavoro.
Dove e come nasce?
Zumba(r) fitness nasce in Colombia, da Beto Perez, istruttore e ballerino del luogo che, dimenticatosi a casa le musiche tradizionali x svolgere la sua lezione di fitness, rimedia utilizzando una musicassetta con brani latino-americani....e improvvisa una lezione. la reazione della classe è sorprendente e in seguito viene elaborato un vero e proprio programma di allenamento, zumba(r)fitness x l'appunto.
A quale disciplina può essere simile?
Se parliamo di tipologia di lavoro, zumba(r) è un'attività di tipo aerobico che può essere proposta ad intensità variabili, in base a come viene composta la playlist. allenando quindi il sistema cardiovascolare, da questo punto di vista si avvicina alle discipline del fitness come lo step o l'hi-lo coreografati o l'indoor cycling x esempio; dal punto di vista del contenuto invece, credo che zumba (r) fitness sia unica nel suo genere, pur avendo conosciuto e provato in passato proposte similari; la semplicita' delle sequenze, le movenze sensuali e accattivanti, le musiche coinvolgenti, cariche, orecchiabili danno veramente vita ad una festa!
Spesso è abbinata alla parola “divertimento”. Può comunque essere considerato uno sport a tutti gli effetti?
Certo. Produce degli effetti sul sistema cardiovascolare, respiratorio, locomotore e sulla composizione corporea. seguendo i parametri dell'allenamento, la lezione che ne consegue è senza dubbio allenante x la persona.
La praticano più gli uomini o le donne?
In base alle mie classi, io sono circondata da donne! Ma gli ometti pochi ma buoni fanno la loro bella figura e sono stra-coccolati dal gruppo! Probabilmente i maschietti si sentono un po' più inibiti ed imbarazzati quando si trovano a dover coordinare movimenti sensuali e inusuali.
Quali gli effetti sul corpo? Quali sulla mente?
La modificazione della composizione corporea si traduce in una diminuzione del tessuto adiposo a favore di un miglioramento del tono muscolare. Gli effetti sulla mente a mio parere sono...da vedere con i propri occhi....spettacolari!!! Le persone si lasciano andare a urla di divertimento, fanno cori da stadio, ridono, si lasciano coinvolgere dalla musica senza preoccuparsi di essere osservate o giudicate. una vera liberazione dagli schemi quotidiani entro cui molte volte siamo costretti a vivere.
A chi è consigliata?
Zumba (r) è x tutti, i diversi protocolli di lavoro la rendono adatta ad un vasto pubblico. Da far presente che nei corsi collettivi , come nel caso di una lezione di zumba(r), l'istruttore si trova di fronte a persone senza patologie. Diversamente, è consigliabile un confronto medico.
Esistono competizioni? con quali criteri?
Competizioni no. Anzi, si organizzano eventi che riuniscono istruttori e allievi provenienti da localita' diverse per trascorrere giornate davvero piacevoli e costruttive. ognuno di noi insegna la stessa attività ma con sfaccettature e sfumature differenti, quindi si torna a casa sempre con un bagaglio di esperienze arricchito.
"
Sara Sbronzeri
Intervista al medico dello sport Michelangelo Giampietro

Spesso le lezioni in palestra, per venire incontro alle richieste degli utenti, con sempre meno tempo a disposizione, causa ritmi di lavoro incalzanti e orari molto poco flessibili, si svolgono durante la pausa pranzo oppure a fine serata, in corrispondenza dell'ora comunemente dedicata alla cena. Come bisogna comportarsi dal punto di vista alimentare per affrontare al meglio l'impegno fisico richiesto da un'attività di questo tipo?
Qualsiasi sia la disciplina praticata, non bisogna mai svolgere un'attività fisica a digiuno da troppo tempo, prevedendo sempre un pasto completo massimo quattro ore prima dell'orario di allenamento e piccoli snack fino a 30 minuti prima di inizio attività. Nel caso in cui, ad esempio, la lezione di Zumba è prevista per l'ora di pranzo ( alle ore 13:oo oppure 14:00) o nelle prime ore del pomeriggio (h 15:00), bisogna organizzare la giornata alimentare già a partire dalla prima colazione che rappresenterà, in questo caso, l'ultimo pasto completo, con apporti calorici dell'ordine del 25% dell'energia totale giornaliera. Uno spuntino abbondante a metà mattina oppure due snack più piccoli “sostituiranno” il pranzo pre-allenamento e una merenda nei primi 30-40 minuti dopo la lezione, consentirà di recuperare l'energia spesa.

ESEMPIO:
ore 07.30 Colazione: Due vasetti di yogurt magro con cereali e frutta fresca di stagione + fette biscottate e marmellata;
ore 10.00 Primo spuntino: Un panino con verdure e frutta di stagione;
ore 12.00 Secondo spuntino: Una fetta di crostata con marmellata;v ore 13 Lezione di Zumba Fitness: bere acqua prima, durante e dopo (vedi di seguito);
ore 14.30 Merenda dopo la lezione: Un panino con affettato magro e un frutto.
Se, invece, si sceglie di praticare lo Zumba alle ore 20 o 21, bisogna organizzarsi per pranzare con criterio, prevedere uno, o meglio due spuntini, nelle ore pomeridiane e affrontare cariche di energia la seduta di allenamento.

ESEMPIO:
ore 13.30 Pranzo: Un piatto di pasta fredda con mozzarella, pomodori e basilico + una porzione di pesce cotto al forno (o al vapore) e condita con olio extra vergine di oliva e una porzione di macedonia di frutta di stagione;
ore 16.30 Prima merenda: Un pacchetto di biscotti leggeri (oppure, per chi preferisce il salato, un pacchetto di crackers)
ore 18.30 Seconda merenda: Due barrette di cereali e un bicchiere di succo di frutta,
ore 20.00 Lezione di Zumba Fitness: bere acqua prima, durante e dopo (vedi di seguito);
ore 21.30 Cena dopo la lezione: Un'insalata mista con gamberetti accompagnata con una fetta di pane + un vasetto di yogurt + un frutto di stagione.

Chi sceglie di praticare questa attività anche per perdere il peso in eccesso ed ha paura, in questo modo, di vanificare tutto il lavoro fisico, dovrà solo modificare le quantità dei suoi pasti in relazione all'energia totale giornaliera.
Non bisogna pensare che digiunare e praticare attività fisica sia la soluzione più veloce per dimagrire. Non solo non è così, ma comportarsi in questo modo è dannoso per l'organismo e spesso predispone ad un successivo e più cospicuo recupero del peso perso.

Qual'è il consiglio alimentare più importante per chi pratica lo Zumba?
Idratarsi al meglio! Ci stiamo avvicinando alla stagione più calda dell'anno e mai come in questo momento, è fondamentale non sottovalutare la necessità di introdurre la giusta quantità di liquidi, al fine di ripristinare le perdite dovute alla sudorazione e all'aumento del dispendio energetico. Tutti, anche chi non pratica attività fisica, dovrebbe bere quotidianamente almeno 1 litro e mezzo di liquidi al giorno, di cui almeno 1 (5 bicchieri) sotto forma di acqua e poi tè, tisane, spremute e succhi di frutta, latte… e non dimentichiamoci che la frutta e le verdura, contengono per l'80-90% acqua!!! Soprattutto d'estate, garantire nell'alimentazione quotidiana, 5 porzioni di frutta e verdura di stagione, è di fondamentale importanza per mantenere un buono stato di idratazione.
Chi pratica sport, poi, che lo faccia in un luogo chiuso o all'aria aperta, non deve mai trascurare questo aspetto: è necessario bere prima, durante e dopo l'attività fisica. Uno schema di idratazione ottimale per un'attività, come lo Zumba, che prevede lezioni di circa 45-60 minuti, può essere così realizzato:

- un bicchiere di acqua (200 ml) bevuto a piccoli sorsi, prima di iniziare l'attività sportiva;
- un bicchiere di acqua (200 ml) bevuto a piccoli sorsi, nelle pause della lezione di Zumba;
- due bicchieri di acqua (400 ml) bevuti a piccoli sorsi, dopo il termine della pratica sportiva. Per essere sicuri di recuperare il miglior stato di idratazione, bisognerebbe pesarsi prima e dopo l'attività fisica. La differenza di peso corrisponde ai liquidi persi. Nelle ore successive il termine dell'attività, bisognerebbe bere, sempre a piccoli sorsi, una quantità di acqua pari ad una volta e mezza quella dei liquidi eliminati con la sudorazione durante la pratica sportiva. Quindi, se si è perso ½ kg ? bere 750 ml di acqua; se si è perso 1 kg ? 1500 ml di acqua e così via...

news  |  ricette  |  sport  |  benessere
condizioni di utilizzo  |     |  le tue idee  |  segnala ad un amico  |  registrati  |  contattaci  |  concorsi
Testata Registrata presso il Tribunale di Bologna. Registrazione numero 8253 del 5 luglio 2012 - Direttore Responsabile: Erika Bertossi
© 2017 - Hero Italia S.p.A. - P.IVA 00226750230