Non ricordi
la tua password?
USER PASSWORD Ricordami INVIA Registrati
  • banner2
  • banner3
news ricette sport benessere
 Le 4 stagioni del Benessere
Quale alimentazione è consigliata in autunno e che tipo di attività è meglio praticare nei mesi estivi?
Il Comitato Scientifico ha creato un breve vademecum per rispondere ai tuoi dubbi e alle tue curiosità e 2 miniguide speciali.
  
 Consigli alimentari >>
 Movimento >>
 Consigli utili >>
  
 Consigli alimentari >>
 Movimento >>
 Consigli utili >>
 
Autunno - Consigli alimentari
La corretta alimentazione in autunno
Prof. Marisa Porrini

Quali sono gli accorgimenti per alimentarsi in modo sano ed equilibrato nella nuova stagione? Sostanzialmente le regole sono sempre le stesse. Una alimentazione equilibrata deve prevedere una base di cereali (pasta, riso, pane, ecc.), una quota controllata di proteine (carne, pesce, formaggio, uova) e di grassi (olio extravergine d’oliva) ed essere ricca di sostanze protettive, presenti in gran quantità in frutta e verdura. Niente di nuovo o di sensazionale. Perché le regole per una sana alimentazione non si basano sulle stagioni o sulla regione in cui si vive, ma essenzialmente sulle esigenze del nostro organismo.

Regola le quantità!
Le buone abiudini sono quindi le stesse, quello che può variare è il fabbisogno energetico. Se durante l’estate si è fatta tanta attività fisica (camminate, nuotate, escursioni all’aria aperta, balli), si è riusciti a smaltire bene l’energia assunta, senza aumentare di peso. Con l’arrivo dell’autunno e di uno stile di vita più sedentario (giornate passate in ufficio e serate davanti alla televisione) bisogna ricominciare a controllarsi ed evitare di assumere troppi alimenti calorici. Se invece si è trascorsa un’estate molto “pigra” e si ricomincia con l’autunno a seguire uno stile di vita più attivo, ci si può concedere qualche “piacere” culinario in più.
Tuttavia, se durante le vacanze si è riusciti a fare più movimento del solito, si deve cercare di mantenere la buona abitudine acquisita, poiché l’attività fisica è un elemento importante non solo per bilanciare bene le calorie assunte, ma anche per il buon funzionamento del nostro organismo. L’autunno, ad esempio, può essere la stagione migliore per abituarsi a fare una bella camminata al giorno, ricavandosi un po’ di spazio tra i diversi impegni quotidiani, oppure per iscriversi ad una palestra o ad un corso di nuoto.

Come alimentarsi?
Cerchiamo di non dimenticare alcune sane abitudini alimentari acquisite durante il periodo estivo. Quelle belle “insalatone” così gradevoli nelle calde giornate estive, possono diventare una buona abitudine anche per il pranzo autunnale, basta variare un po’ gli ingredienti per renderle sempre appetitose e invitanti. Oltre a cambiare il tipo di insalata, si possono anche inventare “insalatone” con verdure cotte: patate e fagiolini con olive e pomodorini secchi ad esempio, ma anche tante altre combinazioni differenti, arricchendole con un po’ di formaggio o di prosciutto. Anche l’abitudine a consumare più frutta, che normalmente in estate risulta più gradevole, dovrebbe essere mantenuta. Scegliere sempre frutta di stagione, più ricca di vitamine e sostanze protettive (carotenoidi, composti fenolici). Anche l’autunno offre frutti molto golosi: uva, fichi, cachi, pere; è bene abituarsi a variare spesso, poiché frutti diversi apportano sostanze diverse, tutte ugualmente utili al nostro organismo.
L’acqua è un elemento sempre essenziale della dieta: anche se nelle giornate meno calde si percepisce meno la sete, non ci si deve dimenticare di bene con regolarità almeno un litro di acqua al giorno.

Rimettiti in riga!
Se durante le vacanze si è stati un po’ disordinati negli orari e nella distribuzione dei pasti, è ormai giunto il momento di rimettere un po’ di ordine: una buona prima colazione, un pranzo ed una cena equilibrati e poi, se se ne sente il bisogno o se gli impegni di lavoro non permettono di consumare un pranzo adeguato, un piccolo snack a metà mattina e/o a metà pomeriggio, costituito da un frutto o uno yogurt o qualche cracker o due biscotti (meglio se integrali). In vacanza è sicuramente più facile consumare una prima colazione abbondante, poiché si è più rilassati e si ha più tempo, tuttavia non si deve dimenticare che quando le giornate si riempiono di impegni è ancora più importante iniziare la giornata con una buona carica energetica: una tazza di latte o uno yogurt, cereali o qualche biscotto o fetta biscottata con marmellata e, se si riesce, un frutto. Sembra difficile da realizzare se si è abituati a bere solo un caffè, ma se ci si abitua poco alla volta, diventa veramente un momento irrinunciabile, anche perché può diventare una vera “coccola” per iniziare bene la giornata.
Infine, proviamo ad approfittare dell’inizio dell’autunno per fare il proposito di abbandonare una cattiva abitudine acquisita da tempo (es. mangiucchiare biscotti o cioccolato davanti al televisore) o di acquisirne una buona (es. consumare sempre un frutto a metà mattina o a pranzo), così da migliorare poco alla volta la nostra alimentazione quotidiana senza sentirci costretti a sacrifici incredibili.

 
  
 Consigli alimentari >>
 Movimento >>
 Consigli utili >>
  
 Consigli alimentari >>
 Movimento >>
 Consigli utili >>
MINIGUIDE
  abc del diabete >>>  
  abc dell'obesità >>>  
news  |  ricette  |  sport  |  benessere
condizioni di utilizzo  |     |  le tue idee  |  segnala ad un amico  |  registrati  |  contattaci  |  concorsi
Testata Registrata presso il Tribunale di Bologna. Registrazione numero 8253 del 5 luglio 2012 - Direttore Responsabile: Erika Bertossi
© 2017 - Hero Italia S.p.A. - P.IVA 00226750230